PayPal Verified
Home
Login
nome utente o e-mail:
password:
Password dimenticata
Iscriviti anche tu!


Il Blog CercaTata.it
data: 11/11/2015 nome:
10 consigli per essere una buona baby-sitter
È la preoccupazione maggiore di chi vuole fare questo lavoro. Come essere una brava baby-sitter. Come corrispondere alle aspettative dei genitori? Il rapporto tra genitori figli e baby-sitter è basato su: fiducia, rispetto e disponibilità. La brava baby-sitter deve rassicurare i genitori quando sono al lavoro: i bambini sono in ottime mani.
Per diventare una brava baby-sitter bisogna rispondere ai bisogni senza essere eccessive, soprattutto a primo impatto. La candidata, soprattutto se con poche esperienze nel curriculum, deve sapere che sarà valutata per come si comporta una volta inserite in casa: pazienza e simpatia, sono le parole chiave.
  
1. Un buon curriculum non guasta!
Alla base di questo tipo di lavoro c'è l’amore per i bambini e la capacità di potersene occupare, per questo è importante avere un bagaglio di esperienze alle spalle. Basta cominciare con i propri fratelli, nipoti o con i figli dei vicini.
 
2. Fornire referenze affidabili
I genitori vogliono, giustamente, conoscere bene la persona che entrerà in casa loro per occuparsi dei loro figli. Sia che si tratti della figlia di una loro conoscente, sia una sconosciuta trovata grazie ad un annuncio o tramite un’agenzia specializzata. È bene quindi avere delle lettere di referenze da poter mostrare.
 
3. Avere un buon carattere!
Avere un buon carattere non significa solo essere simpatiche e pazienti. Sono indubbiamente due caratteristiche che contraddistinguono la baby-sitter doc ma è anche importante essere sempre amorevoli e tolleranti e allo stesso tempo avere il polso per gestire i bambini, soprattutto in situazioni di crisi.
 
4. Predisposizione naturale
Per questo lavoro è importante avere una certa predisposizione naturale nel rapportarsi con i bambini, tutto il resto verrà da sé. È sufficiente avere un atteggiamento positivo e allegro, i bimbi lo apprezzano, e anche i genitori.
 
5. Skills giuste!
Studiate psicologia, siete diplomate in pedagogia o almeno è la vostra passione? Avete le skills giuste. Per tutto il resto ci sono i corsi di formazione.
 
6. Essere interessate a rimanere per tanto tempo
I genitori desiderano una persona su cui contare. È bene chiarire fin da subito se si può garantire la propria disponibilità a lungo e in quali orari.
 
7. Essere sorridenti e attente anche dopo il colloquio
I genitori rimangono soddisfatti nel trovare una persona piacevole che possa occuparsi dei loro figli ma è bene non fingere. Essere solari e pazienti non solo al colloquio, o nei primi tempi ma sempre.
 
8. Essere smart e flessibili!
È importante dimostrare di avere la capacità di gestire imprevisti e contrattempi, che si tratti di qualche ora in più o svolgere qualche mansione plus, come occuparsi dei compiti, del pet di casa o della abitazione stessa.
 
9. Avere la giusta reattività e resilienza!
Una baby-sitter deve essere in grado di resistere. Lavorare anche ad orari meno "comodi", come la mattina presto e la sera; inoltre deve essere attiva, i bambini richiedono tante attenzioni, è importante avere un occhio vigile e la voglia di giocare con loro o portarli fuori.

10. Rispetto prima di tutto!
Una brava baby-sitter sa che il suo ruolo è anche quello di un’educatrice. È importante avere rispetto per la famiglia e la casa che si dovranno gestire. Si tratta inoltre di saper educare i bambini, e se necessario bisogna saperlo fare nel modo giusto.
                      CercaTata




Cerca Babysitter nella tua città
Roma Milano Napoli Torino Palermo Genova Bologna
Firenze Bari Catania Venezia Verona Messina Padova
Trieste Brescia Taranto Prato Parma Reggio Calabria Modena
Reggio Emilia Perugia Livorno Ravenna Cagliari Foggia Rimini
Salerno Ferrara Sassari Siracusa Pescara Monza Brianza Latina
Bergamo Forlí Cesena Trento Vicenza Terni Novara Bolzano
Piacenza Ancona Arezzo Brindisi Udine Avellino Lecce
Advertisement
Advertisement